Dieta chetogenica

Dieta chetogenica

La Dieta Chetogenica, cos’è e perché è così utile al corpo.

la Dieta Chetogenica sembra sia stata perfezionata dall’endocrinologo Henry Rawle Geyelin come dieta terapeutica per il trattamento dell’epilessia. Geyelin partì dall’osservazione che durante i periodi di digiuno le crisi epilettiche diminuivano drasticamente e perfezionò, quindi, un regime alimentare che facesse credere al cervello di essere a digiuno anche se così non era.

I periodi di digiuno esistevano già nell’antichità, quando si mangiava molto durante il periodo primaverile ed estivo per immagazzinare riserve per l’inverno. Senza saperlo ma gli antichi praticavano già una sorta di chetogenica. Il Prof. Antonio Paoli, illustre esempio Italiano nel mondo, ce ne parla in questo video:

https://www.youtube.com/watch?v=H3Z4kA_MpIM

Il pilastro cardine su cui si basa è la drastica riduzione dell’apporto di alimenti ricchi di carboidrati e l’introduzione di una maggior quantità di alimenti ricchi di proteine e grassi.

I carboidrati sono i macroelementi che forniscono zuccheri al nostro metabolismo. Il glucosio è la principale fonte di energia che viene utilizzata  dal corpo, e, soprattutto, dal sistema nervoso per compiere tutti i processi organici.

Quando non vengono fornite naturalmente fonti di glucosio, ovvero non si assumono i carboidrati, l’organismo se lo procura utilizzando le fonti di glicogeno contenute nel fegato e nei muscoli, ovvero consuma le riserve accumulate sotto forma di grassi.

Quando, però, le riserve di glicogeno contenute nell’organismo terminano, si induce quel processo che si chiama chetosi, che altro non è che la produzione di corpi chetonici.

Cosa sono i corpi chetonici?

Sono dei metaboliti che hanno una struttura simile a quella degli zuccheri e vengono prodotti in caso di carenza di questi ultimi per riequilibrare lo scompenso energetico e nutrire l’organismo.

Le chetosi, in estrema sintesi, è il meccanismo di emergenza che il corpo attua per procurarsi l’energia dai lipidi e dalle proteine anziché dagli zuccheri.

La carenza di carboidrati viene bilanciata da una maggior apporto di proteine e grassi proprio per compensare il maggior consumo che l’organismo fa di questi macroelementi e per preservare la massa magra dei muscoli.

Vediamo quali sono i vantaggi di una Dieta Chetogenica:

♦ una sensibile riduzione del peso, da un minimo di due chili ad un massimo di 4 chili;

♦ la possibilità di tenere sotto controllo la glicemia;

♦ aiuta chi è affetto da epilessia ed altri problemi neurologici;

♦ ideale per i body builders, perché combatte la massa grassa e preserva la massa magra;

Quali sono le regole per seguire una corretta Dieta Chetogenica?

La prima indiscutibile è quella di mantenere un corretto stato di chetosi, poiché non va dimenticato che i corpi chetonici sono tossici per l’organismo ed una loro produzione eccessiva può causare danni anche molto gravi.

Vediamo ora quali sono gli alimenti base che possono essere consumati:

♦ VERDURA: 300-500 g al giorno, evitando quella gialla e arancione nella prima fase, i piselli e le patate;

♦ FRUTTA: 2 frutti al giorno, evitando, nella prima fase, quella gialla e arancione;

♦ PROTEINE:  preferibilmente quelle vegetali ma è consentito anche carne, pesce e uova;

♦ LIPIDI: olio extravergine d’oliva, burro, olio di cocco, yogurt e formaggi freschi, noci e semi oleosi.

La formula classica di una buona dieta è divisa in tre fasi, eventualmente da alternare:

♦ la prima di attacco in cui bisogna mantenere un rapporto 4:1 di proteine e grassi rispetto ai carboidrati, ossia circa l’80% dei primi e il 20% dei secondi;

♦ la seconda di rieducazione alimentare in cui si reintroducono i carboidrati a basso contenuto glicemico, pasta integrale, riso, verdura e frutta amidacea, spostando gradualmente il rapporto di cui sopra da 4:1 a 1:1;

♦ la terza di mantenimento in cui si può mangiare, sempre sotto controllo, un po’ di tutto.

Come si è detto all’inizio, la Dieta Chetogenica è un regime alimentare terapeutico che si può rivelare molto utile, ma, essendo anche molto estremo, va intrapreso solo sotto stretto controllo medico, altrimenti si corre il rischio di trasformare uno strumento prezioso in un pericolo per la nostra salute.

Alla tua Salute!

Disclaimer:

Il seguente articolo e contenuto ha uno scopo divulgativo e informativo e non sostituisce in alcun modo il parere di una figura professionale (medico, nutrizionista, dietologo)  che ti consigliamo di contattare per esigenze e percorsi personalizzati.

Privacy Policy