Lo Zucchero è come il fumo? Ecco i danni sul nostro corpo

Lo Zucchero è come il fumo? Ecco i danni sul nostro corpo

Da alcuni anni si cominciano a leggere sempre più dati allarmanti riguardanti lo zucchero e le possibile conseguenze che può avere un alto consumo di zuccheri semplici.

Lo zucchero esiste da centinaia di anni ma di certo le condizioni sono cambiate.

Lo zucchero che utilizzavano i nostri nonni e bisnonni era di tipo naturale, derivante da frutta, verdure, miele, ecc..

Non veniva industrializzato, lavorato e raffinato come accade oggi. Questi processi industriali vanno a togliere le proprietà naturali sottoponendo i cristalli di zucchero a lavaggi, centrifugazione, miscelazione e chiarificazione.

Occorre sottolineare che il nostro corpo è in grado di assimilare e produrre zucchero necessario proprio grazie ad alimenti naturali come frutta, verdura e miele.

Lo zucchero che conosciamo oggi, quello bianco raffinato, se consumato in eccesso, è estremamente dannoso per il nostro corpo. Porta ad un’accelerazione dell’invecchiamento tramite la produzione dei prodotti di glicazione, comporta inoltre un rilascio eccessivo di insulina (che con un conseguente rischio di future), iperinsulinemia tra l’altro che può essere associata a malattie cardio-metaboliche.

Lo zucchero raffinato è stato oggetto di studio anche in California in cui si è analizzata come la capacità dei globuli bianchi di combattere batteri si riduca drasticamente già solo a cinque minuti dall’assunzione di zucchero raffinato.

Inoltre gli zuccheri raffinati vanno ad alterare il normale metabolismo delle cellule.

La dottoressa  Nancy Appleton, autrice del libro Lick the Sugar Habit, ha redatto una lista di danni che lo zucchero può causare, eccone qualche esempio:

  • Lo zucchero può sopprimere il sistema immunitario e mettere in pericolo le difese contro le malattie infettive. [1] [2]
  • Lo zucchero può causare un rapido aumento di adrenalina, iperattività, ansia, difficoltà di concentrazione e irritabilità nei bambini. [3] [4]
  • Lo zucchero può causare invecchiamento precoce.[5]
  • Lo Zucchero contribuisce in maniera determinante all’obesità. [6] [7]

A conferma di queste indicazioni diversi studi clinici sono stati effettuati per valutare se c’è una vera correlazione tra zuccheri e malattie croniche.

Non tutti gli studi hanno portato a risultati certi soprattutto dovuto al fatto che sviluppare il diabete a causa degli zuccheri in eccesso non è dimostrabile a breve termine e gli elementi esterni in una vita di una persona possono essere molteplici che influenzano i risultati.

Ad esempio lo studio” Relationship between Added Sugars Consumption and Chronic Disease Risk Factors”:https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5133084/

porta diversi spunti di riflessione:

Il consumo di zuccheri può predisporre le persone ad aumentare l’adiposità, l’aumento di peso e, infine, il sovrappeso e l’obesità.

L’American Heart Association (AHA) ha raccomandato che i maschi adulti consumino non più di 150 kcal al giorno e le femmine non più di 100 kcal al giorno con zuccheri aggiunti [8]. Questa raccomandazione pone in correlazione “added sugar” e  il rischio di malattie cardiache.

Lo zucchero non deve diventare un tabu ma dobbiamo avvicinarci ad esso in maniera consapevole. Eliminare lo zucchero è una scelta saggia, non potendo essere perfetti sarebbe un grande risultato ridurlo in maniera netta e importante.

Alla tua Salute

Letture per approfondire WHITE PURE AND DEADLY di John Yudkin

Referenze:

[1] Sanchez, A., et al. Role of Sugars in Human Neutrophilic Phagocytosis, American Journal of Clinical Nutrition. Nov 1973; 261:1180_1184. Bernstein, J., al. Depression of Lymphocyte Transformation Following Oral Glucose Ingestion. American Journal of Clinical Nutrition.1997; 30:613
[2] Ringsdorf, W., Cheraskin, E. and Ramsay R. Sucrose, Neutrophilic 

[3] Goldman, J., et al. Behavioral Effects of Sucrose on Preschool Children. Journal of Abnormal Child Psychology.1986;14(4):565_577
[4] Jones, T. W., et al. Enhanced Adrenomedullary Response and Increased Susceptibility to Neuroglygopenia: Mechanisms Underlying the Adverse Effect of Sugar Ingestion in Children. Journal of Pediatrics. Feb 1995; 126:171-7

[5]Abrahamson, E. and Peget, A. Body, Mind and Sugar. (New York: Avon, 1977)

[6] Darlington, L., Ramsey, N. W. and Mansfield, J. R. Placebo Controlled, Blind Study of Dietary Manipulation Therapy in Rheumatoid Arthritis, Lancet. Feb 1986;8475(1):236_238

 [7] Johnson RJ and Gower T.

[8] Johnson R.K., Appel L.J., Brands M., Howard B.V., Lefevre M., Lustig R.H., Sacks F., Steffen L.M., Wylie-Rosett J. Dietary sugars intake and cardiovascular health: A scientific statement from the American heart association. Circulation. 2009;120:1011–1020. doi: 10.1161/CIRCULATIONAHA.109.192627.